iscriviti alla newsletter scrivi a Francesco Sanna
Alcoa - Energia, costi della politica-adotta una spiaggia, vittoria sulle ZFU, aste agricole
Francesco Sanna rendiconta il lavoro svolto nelle aule parlamentari e nell'attivitā politica

Da quando, due domeniche fa, il Papa ha salutato gli operai dell’ALCOA in Piazza San Pietro, la loro protesta contro l’ineluttabilità della decisione di chiusura del settore alluminio in Italia ha visto una grande evidenza sui media. Di alcuni di questi momenti, ai quali ho partecipato, trovate sul sito nuove immagini: l’occupazione pacifica delle piste dell’aeroporto di Cagliari-Elmas, la lunga notte davanti a Montecitorio, lo sciopero generale della Sardegna.

Tra gli audiovideo, anche un mio intervento in aula per chiedere che il Governo riferisca al Parlamento, dopo mesi di ostinato silenzio e mancate risposte tutte le interrogazioni presentate dal Partito Democratico sulla crisi industriale.

Stamane, martedì 9 febbraio, dalle 11,15 alle 12, Youdem – la televisione on line e su satellite del Partito Democratico – dedica una diretta alla questione ALCOA alla quale prenderò parte.

Sul sito, trovate anche il testo degli emendamenti presentati sul decreto legge 3/2010, che riguarda la sicurezza delle reti elettriche in Sardegna ed in Sicilia, e favorisce la costruzione di nuovi elettrodotti con l’estero, consentendo di importare energia a costo più basso per il sistema produttivo italiano.

 Tra questi, a mia prima firma, la proposta di una norma che rende possibile, per le Regioni, dare priorità alle richieste di installazione  di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili alle richieste che provengono dalle imprese che vogliono fare l’autoproduzione.

On line anche il bilancio sulle spese per la politica sostenute nell’ultimo trimestre dell’anno scorso e il rendiconto del 2009.

Segnalo che stanno per scadere (il 15 febbraio prossimo) i termini per la presentazione delle domande per l’iniziativa della Conservatoria delle Coste della Sardegna “Adotta una spiaggia”, riservato ai ragazzi delle classi prime e seconde della secondaria di primo grado. Che c’entra con i costi della politica ? L’iniziativa è finanziata con una parte della donazione che ho effettuato a suo tempo, delle indennità percepite dal Consiglio Regionale sardo, appena eletto in Senato, e che sono riuscito a restituire solo in questo modo perché non era possibile fare altrimenti. Soldi ben destinati, mi sembra.

E' finita adesso (sono le undici di notte) la riunione notturna della Commissione Affari Costituzionali del Senato che ha esaminato il decreto legge cosiddetto "milleproroghe", un provvedimento monstre che contiene norme incidenti su moltissimi settori della vita del Paese.
Nella sezione documenti del sito trovate sia il testo del decreto, sia una guida regionata alle principali modifiche cha abbiamo ottenuto, con tutti gli endamenti approvati.

La battaglia vinta più importante è senza dubbio la sconfitta del Governo nel suo tentativo di ammazzare sul nascere l'esperimento di una fiscalità di vantaggio in 23 aree urbane disagiate italiane (comunicato stampa). Siamo riusciti a realizzare una convergenza parlamentare che lascia intatta la misura delle Zone Franche Urbane, voluta dal centrosinistra di Prodi, che Tremonti voleva sostanzialmente abolire. Ora i Comuni, le Regioni ed il Governo hanno la possibilità di collegare a questo istituto, negoziato ed approvato dall'Unione Europea, nuove fonti di finanziamento, e a renderlo più selettivo e concentrato nei tempi di attuazione.

la sconfitta peggiore, che speriamo di recuperare nell'esame dell'aula, è quella che riguarda il blocco delle aste delle aziende agricole in  Sardegna. L'emendamento che lo prorogava per tutto il 2010 è stato bocciato dalla maggioranza di centrodestra. Aveva ricevuto in precedenza il parere negativo senza motivazioni del Governo. Un Governo che da una parte non comunica i risultati della commissione istituita per proporre soluzioni al problemi dell'indebitamento enorme delle aziende, creato dalla mancata notifica alla UE di aiuti che esse hanno percepito; dall'altra mette veramente a rischio, con l'atteggiamento pilatesco dimostrato, l'esistenza della piccola proprietà contadina.

Francesco Sanna